joomla templates

Martedì 11 Settembre 2012 21:28

Incontro delle formatrici della Congregazione

Dal 27 marzo al 2 aprile ha avuto luogo l’incontro delle formatrici della Congregazione. Questo tipo di incontro è sempre un’occasione privilegiata per condividere esperienze, problematiche e convinzioni, tendendo sempre più verso una linea comune nella formazione iniziale.

" Ogni persona è una storia sacra,
la persona è immagine di Dio"

"La formazione è un impegno fondamentale che conduce la persona a lasciarsi convertire dal Verbo di Dio fin nella profondità del proprio essere, apprendendo allo stesso tempo l'arte di cercare i segni di Dio nel mondo" (VC68)

Su questo tema è stato organizzato un incontro per le formatrici dal 25 marzo al 2 aprile, nella Casa Generalizia in Roma. Le formatrici che vi hanno partecipato provenivano da 4 continenti e 11 paesi diversi, rappresentando tutte le tappe della formazione iniziale.

Il titolo della sessione era:

"Educarsi alla disponibilità per lasciarsi formare ogni giorno, tendendo alla pienezza del Cristo"

 

La settimana di formazione è stata aperta da una breve celebrazione esprimente l’unità nella diversità, e dal discorso di apertura di sr Nunzia, seguito da una Lectio Biblica, che ci ha aiutato a riflettere e meditare sul significato ed il legame tra Getsemani ed Eden.

La prima parte della sessione è stata animata da Sr Lucia Mainardi, che ci ha aiutato a riflettere sull’itinerario di formazione, sulla crescita umana e personale attraverso cui si costruisce un’identità solida e unificata centrata sulla persona di Cristo, sul considerare la persona nella sua totalità, sulla vigilanza per permettere un’integrazione progressiva del nostro essere donne, cristiane, e consacrate. La vita religiosa non è una professione, ma è Vita, che dunque esige un processo d'integrazione.

E, per formare le giovani, "le formatrici devono dunque essere persone esperte nella ricerca di Dio, per essere in grado di accompagnare anche altri in questo percorso." (V.C).

L'esperienza ha dimostrato che la vita e l'esempio della formatrice, influenzano significativamente la personalità delle giovani in formazione.

La seconda parte della sessione è stata animata da Sr Wanda Maria, che ci ha offerto delle piste per meglio utilizzare il patrimonio spirituale della Congregazione e la sua incidenza nella formazione dell’identità come suore della Carità. Continuare a trasmettere il carisma è la condizione della sua sopravvivenza. Tuttavia, continuità non è sinonimo d’immobilità, ma di movimento. Un movimento che è segno di vita, grazie al quale il carisma s'incarna nella varietà di contesti e culture...

La consapevolezza della propria identità di donne, cristiane, suore della Carità, è un elemento fondamentale nel nostro modo di relazionarci al mondo, ed è il risultato di un processo complesso che coinvolge la relazione con Dio, se stesse e gli altri. E’ un fenomeno dinamico che evolve continuamente nel corso dell’esistenza.

L’incontro si è svolto in un ambiente di condivisione fraterna, di apertura e di fiducia, ma anche di distensione e si è concluso con la celebrazione Eucaristica alle Catacombe di S. Callisto.


Indietro
Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3