Mardi, 30 Août 2016 22:49

Vicinanza ai terremotati

In questi giorni in Italia, stiamo vivendo lo sgomento e il dolore di tante nostre sorelle e fratelli provati dal terremoto avvenuto nella zona dei monti Sibillini, che li ha colpiti duramente, in termini di vite umane, di affetti, di perdita di beni. Si tratta di ferite psicologiche, sociali, economiche per le quali ci vorrà molto tempo perché possano essere rimarginate.

Assistiamo alle opere di soccorso da parte di tante Istituzioni dello Stato italiano, di Associazioni private, di Volontari che si adoperano in ogni modo per il sollievo di tanta sofferenza, per asciugare le lacrime, per piangere i morti, per consolare tutti quelli che vedono ingoiato dalle macerie il frutto dei tanti sacrifici di una vita intera.

La nostra preghiera li raggiunga tutti: anziani, bambini, famiglie, giovani e, secondo le disposizioni locali, partecipiamo alle varie iniziative in loro favore, come possiamo. Nella condivisione di tanta sofferenza, alimentiamo la fede e la speranza in un futuro nuovo, benedetto da Dio perché desideroso di ordine, di giustizia, di solidarietà-carità.

Last modified on Mardi, 30 Août 2016 23:23