joomla templates

Martedì 04 Ottobre 2016 17:04

In Siria: quale avvenire?

 

DIVENTEREMO CUSTODI DI PIETRE?               

1)            BASTIONI ABBATTUTI:

Sei anni di guerra hanno finito per scuotere il bastione della società siriana:  la famiglia, cellula di base che ha assorbito gli shock e le disgrazie di questa violenza senza fine salvando il Paese e le comunità ecclesiali fino a 2014.  L'insicurezza, l'intolleranza, la violenza e le distruzioni caotiche hanno sradicato più di due milioni di famiglie. Private di alloggio e disperse un po' dovunque, come potranno sopportare ancora questo pesante calvario?

2)            MAMME EROICHE:

Dall'inizio della guerra, IL 15 Marzo 2011, è molto frequente vedere la famiglia raccolta solo intorno a una mamma. Gli uomini vanno alla guerra e muoiono spesso. C’è, a proposito, un detto popolare:  "Un orfano di padre non è un orfano" perché la famiglia resta raggruppata intorno alla mamma che assicura l'unità e la sopravvivenza del focolare. Durante questa lunga e pesante sofferenza, queste mamme eroiche vivono nella miseria e le lacrime, sopravvivono sotto le tende o muoiono di nelle traversate;  può esistere un sacrificio più grande?

3)            ESODO DEI GIOVANI: 

La mobilitazione generale decretata nell'ottobre 2015 chiedeva a tutti i giovani di meno di 45 anni di entrare nel servizio militare. Decisione che ha turbato le famiglie che non hanno potuto lasciare il Paese e che aspettano sul posto la fine di questa guerra interminabile. Questa fascia di età costituisce la spina dorsale delle attività economiche ancora restanti. Questi giovani sono spariti rapidamente: alcuni hanno raggiunto le caserme e gli altri hanno scelto di fuggire, spesso nella clandestinità irreversibile, destabilizzando il mercato del lavoro e la modesta vita familiare privata di risorse.  Quale avvenire per una comunità senza giovani?

4)            CHIESA PIU FRAGILE:

Gli effetti di questi cambiamenti hanno reso molto fragile la chiesa. Spesso, le famiglie scelgono di raggiungere il figlio che ha lasciato il Paese. L'esodo delle famiglie si  è  accelerato e ha avuto per conseguenza l’abbassamento vertiginoso dei fedeli in tutte le parrocchie, provocando un granve squilibrio demografico:  nell'assenza dei giovani,  le nostre ragazze lasciate sole, si sposano coi musulmane poligami. Dunque meno matrimoni, meno battesimi.  Per la prima volta la chiesa è di fronte a un problema cruciale:  un prete su tre presenti a Damasco ha scelto di partire verso  altri paesi più pacifici ... Come fare per trattenere i preti a Damasco? Che diventirà la Chiesa senza preti?

5)            CUSTODI DI PIETRE :

Le città morte al nord della Siria sono divenute una forte sorgente di riflessione. Cosa potremo fare per evitare di diventare dei guardiani di pietre?  I Cristiani dell’ Oriente devono rivedere la loro vocazione e seguire le scie della piccola Chiesa Primitiva Minoritaria che viveva senza garanzie né protezione.  Saremo capaci di affrontare questa Sfida Apostolica?   “Non temere, piccolo gregge”  Luca 12, 32,

14 settembre 2016 - Festa della Croce Gloriosa

+Samir NASSAR

Arcivescovo Maronite di Damasco

 


Indietro
Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3