joomla templates

Monday, 09 January 2017 13:25

A Natale e dopo Natale

NUDO, ABBANDONATO MISERO DAVANTI AL PRESEPE

La Siria, in questo sesto Natale dall’inizio della guerra assomiglia proprio a un presepe: una stalla aperta, senza porta, fredda, esposta e tanto povera e devastata dalla violenza.

Al Bambino Gesù non mancano compagni in Siria. Milioni di bambini che hanno perduto le loro case vivono senza ripari o sotto le tende povere come la grotta di Betlemme. Gesù non è più solo nella sua miseria.

L’infanzia siriana abbandonata e sfigurata dalle scene di violenza desidera essere al posto di Gesù che ha i suoi genitori sempre vicino. Questo senso di sofferenza si coglie nei loro occhi, nelle loro lacrime, nel loro silenzio…

Tanti bambini siriani invidiano il bambino Gesù perchè ha trovato un luogo modesto per nascere e ripararsi, mentre alcuni di loro sono nati sotto le bombe o sulla strada durante la fuga.

Maria in mezzo alle difficoltà non è sola; delle madri siriane infelici e meno fortunate vivono in estrema povertà e sopportano le responsabilità familiari da sole, senza il marito, che è morto o è disperso. La precarietà del presepio li consola un po’.

La presenza rassicurante di Giuseppe presso la santa Famiglia causa invidia in queste famiglie private di un padre. E’ una privazione che nutre la paura, l’angoscia e l’inquietudine…

I nostri disoccupati invidiano san Giuseppe falegname che è attento presso la santa Famiglia, al suo bisogno, alla fame e al pericolo, anche se occorre andare in esilio in Egitto

I pastori e i loro animali davanti alla grotta dicono molto ai numerosi allevatori siriani che hanno perduto il loro bestiame durante la guerra.

La vita nomade su questa Terra biblica che risale ad Abramo e molto prima, sparisce brutalmente con le sue antiche usanze di ospitalità e la sua tradizionale cultura.

I cani di questi pastori hanno compassione degli animali domestici che in Siria sono i bersagli della violenza criminale ; questi animali scheletrici vagano tra le rovine e si nutrono di cadaveri non trovando altro.

Il rumore infernale della guerra copre il Gloria degli angeli … Questa sinfonia di Natale per la pace, arretra davanti all’odio, all’atrocità e all’indifferenza mondiale… I tre magi possano recare i doni di cui la Siria ha un immenso bisogno : LA PACE, IL PERDONO E LA COMPASSIONE.

IN QUESTO NATALE GESU’ SORRIDE AL FANCIULLO SIRIANO NUDO E ABBANDONATO E LO INVITA A CONDIVIDERE  IL SUO RIPARO.               Samir NASSAR    Arcivescovo maronita di Damasco

Last modified on Monday, 09 January 2017 13:34
Back

arrow rtl back

Partout dans le monde

passpartDiscover the magazine of the Sisters of Charity of Saint Jeanne-Antide Thouret: a window on the Congregation, the Church and the world.

If you desire to know the magazine and receive a free copy, you can send your request on this email address:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Publications

filo1

This section presents the main books regarding the history of the Congregation, the biographies on Jeanne-Antide and the Saints... and much more like Spiritual Booklets, DVDs, ...libri

 

leggi

Useful information
 Links
filo3
 Contacts
filo3
 Reserved Area
filo3
 Request of access - Reserved Area
filo3
 Newsletter subscription
filo3
Streaming
filo3