joomla templates

Domingo 15 de Enero de 2017 00:31

Conferenza Italia-Malta 3

Conferenza Italia-Malta - Venerdì 13 gennaio

L’Eucarestia viene celebrata nella casa di accoglienza, durante la quale, anticipiamo il ricordo della canonizzazione di santa Giovanna Antida, la cui memoria  segnerà, oggi, una pagina importante nella storia della Congregazione.

Dalla santità del nostro passato,

una pioggia di semi per il nostro avvenire.

Era l’anno 1934…

Suor Christine, consigliera, ci propone un video sull’ «Anno 1934»

nel mondo

in Italia

nella Chiesa

nella Congregazione

con foto del tempo e tra esse alcune ci riconducono verso la canonizzazione di Santa Giovanna Antida.

Una richiesta: chi possiede dei documenti o delle fotografie di questo periodo può inviarle a suor Christine che avrà modo di completare il video che sarà inviato il più presto possibile nelle comunità.


Suor Nunzia interviene durante la 2° parte della mattinata e nel pomeriggio per tornare sulle domande fatte circa il modello dell’organizzazione della nuova provincia.  Ma prima ci invita a rivedere il tutto alla luce della parabola del seminatore.

Quindi, abbiamo il piacere di ascoltare Suor Mary che ci racconta, in breve, la situazione della Congregazione in Vietnam e subito dopo, Suor Maria Rosa, che ci fa sentire degli echi sul suo viaggio in Brasile, specialmente sulla visita alle carceri di Jussara.


Alle  17h30, l’Assemblea si ritrova nella grande sala delle conferenze : « Se il chicco di grano non muore...» !

Quando Giovanna Antida ha lasciato la sua terra natale per seguire la voce di Dio che la chiamava ad andare in un altro paese per nuove fondazioni, per nuovi poveri, per nuove sorelle, non poteva mai immaginare che la sua piccola Congregazione, in due secoli e più di storia, si sarebbe espansa come un cedro. La Congregazione vive… le strutture passano, ma il carisma non muore…

Questa sera, nella veglia in preparazione a domani, 14 gennaio, viviamo un gesto che ci aprirà all’avvenire…

Una firma ripetuta tre volte sopprimerà le Province. Malta ha già vissuto questa esperienza nello scorso mese di settembre… ora è giunto il momento delle province italiane.

« Tu, vieni e io sono io »

In un tempo di preghiera, particolarmente ben preparato e forte, Suor Nunzia accoglie le une dopo le altre

la superiora provinciale di Napoli e le suore del suo consiglio,

la superiora provinciale dell’Italia Nord e le suore del suo consiglio,

la Superiora provinciale dell’Italia centro e le suore del suo consiglio.

Dopo la lettura di ogni decreto di soppressione fatta da Suor Silvia, Suor Nunzia  appone la sua firma su ogni documento.

Un momento intenso… profondo, molto emozionante…

E Gesù, Pane di Vita, viene in mezzo a noi: il santissimo Sacramento è esposto là, precisamnete sul tavolo dove sono depositati i tre Decreti di soppressione… Presenza silenziosa… preghiera prolungata  inframezzata da canti e da espressioni personali.

Siamo tutte unite alle suore delle tre Province e a tutte le suore del mondo. Preghiamo in comunione con le suore del Laos e per il nuovo Noviziato che si apre in Vietnam, in concomitanza con il 14 gennaio, per 21 novizie!


Piccola serata recreativa...

Conferenza Italia-Malta - Sabat14 gennaio 2017

Si, Signore! …  noi, suore di Malta e d’ Italia, vogliamo essere donne di semina !

Sulla tua parola, getteremo i nostri semi. (cf. Mc 4,30-32)

La nostra storia è sempre stata così... In ogni epoca, da un piccolo seme, sono nati tanti semi e poi germogli, steli, arbusti, alberi... Tronchi sempre più solidi. Rami sempre più estesi. Gran­di alberi... Querce! Così le nostre opere. Così le nostre strutture. Così le nostre Province…

Poi il calo... La piccolezza ritorna, la fragilità anche. Un senso di impotenza, di insufficienza, di inadeguatezza ci prende. E' il tempo del decli­no? No... È il tempo di Dio! Lui si manifesta così. Cresce dove tutto è più piccolo, debole, povero. E' sempre accaduto nella Storia della Salvezza. E' la logica di Dio. Il regno dei cieli è un seme. Il carisma è un granellino di senapa…

 

Giovanna Antida ha fatto cose grandi, quando ha sperimentato la fragilità, quando ha confessato la piccolezza della sua storia e della sua vita.

E dopo di lei, altre storie, altre vite, altri cammini di santità, di morte e di risurrezione. Semi piantati nel terreno buono della Congregazione. Pensiamo ad Agostina,  a Nemesia, ad Enri­chetta. E a tante altre ancora... Centinaia, migliaia lungo i secoli: tutte figlie di Antida! Piccole seminatrici nel campo di Dio.

Sì, grazie, Signore !

Durante la preghiera di questa mattina, ogni suora dell’Assemblea è invitata a ringraziare il Signore per quelle suore che hanno segnato la propria vita… Così ascoltiamo dei nomi e, nella memoria e nel cuore, vediamo dei visi, tutti testimoni di carità…

In seguito, nella sala, su un rotolo che viene dispiegato progressivamente, compaiono i nomi delle province che sono esistite in Italia fino ad oggi, accompagnate dal nome della Superiora generale che le ha istituite e dal nome della prima Superiora provinciale.

Ahimè, nel rotolo ne manca una: l’ultima, in ordine di tempo, la più recente! Provvediamo subito a costituirla

Suor Nunzia, quale Superiora generale, firma il decreto di Costituzione della neoprovincia Italia-Malta!

Una firma? Solo una? No! C’è bisogno della firma di tutte…

E’ un momento di grande fraternità, di gioia… di gesti affettuosi…

 

E ora, lo Spirito di Dio ci invia per tutta la terra!

Oggi, dice Suor Nunzia, è un nuovo punto di partenza. Ha inizio un cammino per crescere nell’unità con tutte le nostre diversità…».

 

Da questo momento si apre un tempo di discernimento che riguarda tutte le suore che aiuteranno il Consiglio generale a scegliere la Superiora provinciale e le consigliere della nuova provincia, la cui nomina avverrà il 23 maggio 2017.

In vista della consultazione, presto saranno fatte conoscere alle comunità le date degli incontri di zona e quelle degli incontri per fasce di età.


Prima di celebrare l’Eucaristia di questo ultimo giorno dell’Assemblea, nella Basilica di santa Maria degli Angeli, ogni suora, quale buon auspicio per i giorni che verranno, riceve la riproduzione dell’ultimo brano della preghiera scritta da santa Giovanna Antida nel 1821:

«Et Verbum caro factum est et habitavit in nobis.

+Christus nobiscum stat+

Jésus, Marie, Joseph, soyez toujours à mon secours. Ainsi soit-il».

(Gesù, Maria, Giuseppe, siate sempre il mio aiuto. Così sia.)


Volver

arrow rtl volver

Partout dans le monde

passpartDescubra la revista de las Hermanas de la Caridad de Santa Juana Antida Thouret: una ventana abierta sobre la Congregación, la Iglesia y del mundo.

Si quieres saber la revista y recibir un número gratuito, usted puede enviar su solicitud a Esta dirección de correo electrónico:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Publicaciones

filo1

Esta sección presenta los principales libros que se relacionan con la historia de la Congregación, la vida de Santa Juana Antida y Sante. Y luego Cuadernos Espiritual, DVDs, y mucho más...
libri

 

leer mas

Utilidades
 Links
filo3
 Contactos
filo3
 Area Reservada
filo3
 Pedido de acceso al área reservada
filo3
 Inscripción en Newsletter
filo3

Segui en directafilo3