joomla templates

Lunedì 25 Settembre 2017 20:58

SUD SUDAN In fuga nelle paludi

26 settembre 2017 - È di questi giorni la lettera dei vescovi del Sud Sudan che denuncia la situazione di crescente tensione registrata nel Paese. “Anche noi siamo testimoni da mesi di questa instabilità – dichiara il dottor Giovanni Dall’Oglio, medico Cuamm responsabile dell’intervento sanitario per le persone in fuga dagli scontri e dalla fame nelle paludi. La gente del posto, quando arriva in ospedale o deve andarsene, ha paura a muoversi per le strade, ha fame”.

La testimonianza del medico giunge da Nyal, dove è stato avviato un intervento di emergenza proprio per offrire assistenza sanitaria alle persone in fuga dagli scontri e dalla fame. “Per arrivare qui – racconta Dall'Oglio – devono navigare nei labirinti di canali di queste sterminate paludi a bordo di rudimentali canoe, che al massimo possono trasportare quattro persone. In alcuni casi ci vogliono due giorni di navigazione. Adesso che è il periodo delle piogge, e che l’acqua copre gran parte del territorio, qui a Nyal la gente si sente al sicuro. Il Nilo a est ha straripato e le paludi ora si estendono in larga parte anche ad ovest, lì dov’è il confine con Lake State e dove staziona l’artiglieria del governo. Adesso di certo nessun mezzo militare si avventura in queste paludi. La gente qui si può sentire al sicuro anche se la pioggia complica gli spostamenti dei mezzi umanitari.

Fortunatamente, gli aerei scaricano i beni essenziali inviati dalle varie agenzie umanitarie: cibo liofilizzato per i malnutriti, farmaci, materiali di costruzione, tende da dare alle centinaia di nuove famiglie che arrivano da nord, sementi e attrezzi per l’agricoltura, e raramente automezzi. Noi di Medici con l’Africa – continua Dall’Oglio - di certo non stiamo a guardare: materiali di costruzione per la sala operatoria e le quattro unità sanitarie stanno finalmente arrivando. A breve arriverà anche il John Deer, il mezzo 4×4 indispensabile per muoversi in questo ambiente e raggiungere i beneficiari del progetto, che già si sono attivati per preparare i pali con cui realizzare la loro unità sanitaria. Quando siamo andati a dirglielo, che da lì a breve avrebbero avuto un loro posto di salute, la gente ci ha abbracciato e sono iniziati canti e danze di gioia che sono proseguiti anche dopo la nostra partenza”.

(AP) (Agenzia Fides)


Indietro
Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3