joomla templates

Mercoledì 21 Marzo 2018 11:14

Comunicare globalmente la missione

Venerdì 9 marzo, a Roma, presso l’UISG (Unione Internazionale delle Superiore generali), ha avuto luogo un Seminario all’interno del quadro della formazione riguardante il mondo della comunicazione, il titolo del Seminario : “Comunicazione per la vita religiosa: la Chiesa nella cultura digitale. La vita religiosa comunica per rafforzare la missione.” Il Seminario si è svolto in due momenti: il primo, segnato da un intervento di Mgr Paul Tighe, del Pontificio Consiglio per la cultura, dal titolo “La Chiesa nella cultura digitale: cultura e missione” e il secondo, tenuto da Bernardette M. Reis, del Segretariato per la comunicazione in Vaticano, il cui contenuto ha riguardato “La missione in un mondo digitale”.


Dalla Conferenza di Mgr Tighe  rileviamo quanto segue:

La Chiesa esiste per espandere la buona Novella nel mondo; essa annuncia una persona, Gesù Cristo, da qui l’importanza della relazione circa questo annuncio. Una tale relazione attiva testimonia il nostro amore per Dio e per gli altri.

Questo amore deve utilizzare un lunguaggio adeguato: ogni tempo ha il suo linguaggio e i suoi mezzi di comunicazione!

Oggi noi parliamo dei social: per rinforzare le relazioni, le reti costituiscono un mezzo di accoglienza, un canale di ascolto… Sono diventate periferie dove la Chiesa è chiamata a dimorare!

 Il Mondo digitale è una rivoluzione culturale, un cambiamento completo, perchè permette di esprimere con immediatezza  e continuamente ciò che si pensa. Perciò si può parlare di un’ identità che cambia dietro queste nuove modalità di comunicazione. Tutto ciò che è informatica  non è solo un insieme di strumenti per comunicare, ma si tratta di una nuova mentalità. La cultura digitale non para ancora di virtuale alla generazione attuale, è questa la realtà oggettiva!

Da tutto ciò emerge una domanda fondamentale: “Come essere presenti nel mondo di oggi dominati dalla tecnologia”? Dobbiamo essere presenti in questo mondo digitale, sia come cittadini che come individui, per ascoltare, dialogare, incoraggiare ed essere “prossimo” (Buon Samaritano) pieno di tenerezza e di compassione.

Il mondo digitale ci interpella e ci invita alla condivisione delle belle notizie riguardanti le nostre missioni, le nostre felici realtà! In questo mondo in rete dobbiamo sottolineare il positivo, mostrarci come comunità e dire che siamo una grande famiglia in mezzo ad una società relativista; nei confronti del mondo digitale, si rilevano tante ambiguità e ironia, è dunque difficile lavorare in questo ambiente; ora la nostra presenza deve suscitare la vera amicizia, un’autentica condivisione e delle relazioni. Non dimentichiamo mai che il condividere costituisce una sorgente di speranza

Questa speranza è un’azione sinergica, perché nel mondo digitale tutto è interattivo: dialogo, conversazione! Tutto ciò cambia certamente la nostra mentalità… la comunicazione non avviene dall’alto verso il basso, ma in tutti i sensi e ciò rappresenta per tutti una sfida istituzionale. Non c’è più l’autorità che si impone, ma una nuova autorità viene guadagnata per la presenza, il sostegno, la condivisione. Bisogna riscoprire la nostra ricchezza nella Chiesa che non si identifica con la gerarchia, ma con l’autenticità della vita in relazione con la Parola di Dio e con gli altri.

Le persone seguono più reti e posseggono più sentimenti di appartenenza (non solo alla Chiesa), allora la Chiesa può apportare una buona esperienza: ha delle radici forti, è aperta, è arricchita dalle esperienze internazionali. La ricchezza della Chiesa è nelle reti! Tutto ciò esige da parte nostra una conversione.


 Dalla conferenza di Suor Bernardette M.Reis dal tema: “La missione in un mondo online”

E’importante comprendere la cultura iconica che prende il posto delle parole e fa sì che la comunicazione digitale sia più potente e più precisa.

Esiste un differenza tra il linguaggio verbale e il linguaggio iconico:

Il linguaggio della comunicazione verbale cambia con il tempo della coniugazione del verbo (passato, presente, futuro), utilizza delle sfumature, esprime un’idea e meno un’emozione e consiste in una comunicazione per sequenze.

Mentre il linguaggio iconico esprime solamente il presente, un presente costante, più spontaneo, che si basa sulle emozioni prima che sulle idee, procede per intuizioni, non procede per sequenze, ma per finestre; la logica è diversa. 

La missione online ha la sua specificità: Utilizziamo i nostri siti religiosi  come qualsiasi agenzia che offre i suoi prodotti! Il tenore è unidirezionale, pieno di testi, perché siamo ancora nella cultura verbale. Questa, non è la caratteristica della cultura online, ma soltanto un sostegno alla missione. 

Siamo chiamate a cambiare  le prospettive e ad alimentare i nostri spazi di condivisione! 

In quanto donne, abbiamo fatto tanto lungo il corso degli anni: scuole, ospedali, tante opere e progetti ecc…, ma oggi, come fare la nostra missione on line? Per esempio: “Come portare avanti il nostro ministero di guarigione (tramite internet si possono raggiungere tante persone, perché esse si confidano più facilmente dietro l’anonimato), o il nostro ministero della Parola (ritiri, predicazione online)”? Non temiamo di metterci a lavorare su internet, a diventare missionarie! Perché in fondo la missione online è molto vicina alla missione fisica e utilizza le stesse strategie. Abbiamo bisogno di servirci di una griglia con delle domande pratiche: “Si? Perché? Che cosa vogliamo comunicare? Quando”?


Dopo l’ascolto di questi due contributi e un tempo dedicato alle domande-risposte in interazione con l’Assemblea molto numerosa e interessata, alla fine del seminario è stato presentato un manuale sulla comunicazione che si può trovare qui, in italiano, dal titolo “Comunicare globalmente la missione”.

Buona lettura!

Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3