Sunday, 13 January 2013 18:00

futuro - immigrati

Di fronte alla sfida dell’immigrazione le tre Provincie italiane, sollecitate dal Capitolo Ge-nerale 2010, prendono a cuore questa sfida e, dopo un anno di riflessione e opzione per gli im-migrati nel Sud Italia, in particolare della Piana di Gioia Tauro, pensano sia “venuta l’ora” di rafforzare il già esistente, guardando con passione al “non ancora” da costruire.

Si puntano gli occhi e il cuore a San Ferdinando dove in collaborazione con la Parrocchia, da quasi 10 anni, gli Amici di SGA e le Suore lavorano “con” e “per” questi nostri fratelli.

C’è già una mensa serale, due volte la settimana e un doposcuola, quattro giorni la settimana. A partire da quest’anno si è pensato di dare più attenzione ai piccoli e per essi si è prolungata la mensa di altri due giorni.

Cosa bolle in pentola per il futuro?

Si è presa coscienza che l’immigrazione non è più un fenomeno che riguarda solo uomini o donne, ma è l’intero nucleo familiare che giunge sui nostri lidi per lavori trimestrali (ottobre-febbraio) per cui i ragazzi non frequentano, in questo breve lasso di tempo, nessuna scuola. Pertanto si pensa ad una accoglienza diurna di tali bambini.

Come? Dove?

Per il momento, si sta cercando una tenda - per la quale si sta interpellando la Diocesi, la Pro-tezione Civile, i “Medici senza frontiera ecc. - per piantarla in San Ferdinando su un terreno incolto delle Suore della Carità.

Si sogna, inoltre, una cooperativa agricola che coltivi il terreno incolto.

Questi progetti sono suggeriti da bisogni reali ; a noi sembrano concreti e realizzabili.

Basta crederci per fare passi coraggiosi, in sinergia con altri Enti.

 Sr. M. Grazia Palamaro

Voci dal Sud n°11(Giornale della Provincia Italia Sud)