joomla templates

Venerdì 12 Luglio 2013 22:58

Dieci anni in Etiopia

im.7

A Napoli, a Regina Coeli, abbiamo avuto l’occasione d’incontrare sr Costanza Colace,  missionaria da 30 anni in Africa: gli ultimi dieci, in Etiopia dove svolge il servizio sanitario nel grande dispensario, aperto dalle Suore della Carità.

Abbiamo posto a Costanza, alcune domande.

          Quali sono stati gli inizi di questa missione?

Nel 2003 il sindaco di Shire( città dov’è la popolazione è in grande parte ortodossa) ha chiesto al vescovo della diocesi di Adigrat  Suore della Chiesa Cattolica per la scuola dell’Infanzia, la promozione della donna e per la Sanità, per andare incontro alle tante necessità di quella popolazione poverissima e bisognosa di tutto.

-            Quante Suore siete in Comunità e che cosa fate?

La nostra Comunità è formata da 5 suore. Abbiamo anche 2 novizie, attualmente in India per la loro formazione; altre 6 ragazze stanno facendo un cammino di discernimento per scoprire il progetto di Dio nella loro vita.

Noi suore collaboriamo con i servizi sociali presenti sul posto. Con questi, seguiamo dei programmi per aiutare bambini malnutriti e con problemi sanitari, i quali fanno una volta alla settimana il controllo della salute e ricevono gli alimenti per tutta la settimana.

Anche per la promozione della donna vi sono programmi: il primo è rivolto alle giovani che hanno una certa cultura di base.

Frequentano corsi di computer, di inglese, di prevenzione alle malattie e di formazione umana.

Il secondo progetto è a favore delle persone analfabete.

Esse imparano a fare lavori manuali: taglio e cucito, prevenzione, formazione umana, corsi per imparare a lavorare in gruppo ed a gestire la vendita dei loro prodotti.

Così facendo diventano autonomi ed imparano a vivere dignitosamente del loro lavoro.

Abbiamo aperto una Scuola dell’Infanzia dove affluiscono molti bambini. Hanno aperto 5 sezioni per 50 bambini a sezione molti dei quali orfani o figli di persone affette da ADS e tubercolosi. Molti di loro sono ciechi per carenza di vitamine.

Un’altra delle nostre attività è il dispensario, un day-hospital che funziona cinque giorni alla settimana, dove affluiscono tutte le persone bisognose di cure.

Poiché non esiste l‟assistenza sanitaria gratuita, i poveri fanno anche chilometri a piedi per ricevere le cure gratuite.

I servizi delle Suore sono molto apprezzati per la loro qualità e perciò frequentati anche da persone di ceto medio.”

Termina così la comunicazione di Sr Costanza. Non vuole aggiungere altro.

ma noi sappiamo che la sua vita è animata dalla passione per Cristo e per i fratelli, unica ragione della sua vita di suora della carità.       di Sr Angelica Paolicelli

Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3