joomla templates

Venerdì 23 Gennaio 2015 18:30

Partenza delle Suore di Pontarlier

 

Il mese di Dicembre è stato un mese molto movimentato  all'ospedale di Pontarlier (nel dipartamento del Doubs, in Francia): P2difatti l'annuncio dell’imminente  chiusura della Comunità, ha provocato turbamento e reazioni.

Le tre Suore rimaste:  sr. Marthe, sr. Yvonne e sr. Marie-Madeleine, lasciano la loro comunità per raggiungerne un’altra : una Casa di riposo, a Besançon St-Ferjeux.

La comunità di Pontarlier, era l'ultima comunità nella regione dell’Alto-Doubs.  Non vi è più alcuna presenza di Vita Religiosa in una regione dove, come altrove, i Sacerdoti diventano sempre meno.

Ma al di là della domanda che nasce spontanea in occasione di questa partenza, riflettiamo piuttosto sulla presenza di questa comunità durante molti anni anzi  secoli. Le suore  ospedaliere, infatti, diventate Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret nel 2000, sono state presenti da più di 300 anni.

312 anni durante i quali le Suore hanno dato tutta la loro vita per i malati;  una vita, un servizio fondato su Cristo :  "la Carità di Cristo ci spinge …"

Dopo aver ricoperto e assicurato molti  servizi in ospedale:  cure dei malati,  amministrazione,  cucina, orfanatrofio,  farmacia,  Cappella, le Suore, da alcuni anni, avevano lasciato alcuni servizi per assicurare la loro presenza in altri servizi altrettanto importanti come:  

-              l'accoglienza delle famiglie in camera mortuaria in occasione dei decessi degli ammalati,

-              le liturgie quotidiane e domenicali in cappella

-              la pulizia della cappella

-              la presenza nell’equipe di cappellania e accanto ai malati

-              la preparazione dei malati ai sacramenti

-              la missione della preghiera quotidiana per i malati e per il mondo

Chiunque passava sapeva di esser ben accolto dalle suore dove era possibile fermarsi, parlare, bere un caffè o condividere un pasto.

La loro vita quotidiana e il loro servizio erano ben espressi nelle parole di Gesù :  " Ciò che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me ".  -Mt 25-

Perché partire quindi e lasciare questi servizi?  Perché è meglio passare il testimone ai cristiani laici e non aspettare che  la persona, in questo caso le suore,  non abbiano  più le forze fisiche per sostenere o affrontare altre attività, pur adeguate alla loro età.

Le Suore, anche se hanno lasciato il loro servizio, vivono comunque la loro missione : con la preghiera per il mondo in generale e le vocazioni in particolare, soprattutto con la testimonianza di vita e rendendo dei servizi comunitari adattati alla loro età. 

È sempre difficile chiudere una comunità, lasciare degli amici, una missione …  ma come ricordava il sacerdote  durante l’omelia prima della partenza delle suore "L'OBBEDIENZA RENDE LIBERE";  le Suore hanno saputo manifestare questa verità davanti ai cristiani provocati da questa partenza.

Sr Louisette Duriaux, sdc

Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3