Sunday, 15 March 2015 17:53

Pakistan: attentato a Lahore

"Con dolore, con molto dolore ho appreso degli attentati terroristici di oggi contro due chiese nella città di Lahore in Pakistan, che hanno provocato numerosi morti e feriti. Sono chiese cristiane, i cristiani sono perseguitati, i nostri fratelli versano il sangue soltanto perché sono cristiani. Prego il Signore perché questa persecuzione contro i cristiani che il mondo cerca di nascondere finisca e ci sia la pace'', ha detto Papa Francesco, durante l'Angelus.

L’attentato

Almeno 15 persone  sono morte, 80 almeno sono rimaste ferite, 30 in modo grave. nell'attacco compiuto oggi, domenica 15 marzo, a Lahore, esattamente a Yohannabad – dove vivono le suore della carità di santa Giovanna Antida.

I talebani hanno attaccato  due chiese, vicine l’una dell’altra,  una cattolica e l’altra protestante. Nelle esplosioni, provocate da kamikaze, due uomini sospettati di aver partecipato agli attentati sono stati linciati dalla folla, secondo quanto ha riferito la polizia. Le esplosioni sono avvenute a pochi minuti di distanza. Secondo un testimone, l'intervento di un agente delle forze di sicurezza subito dopo la prima esplosione ha evitato che l'attacco avesse conseguenze più gravi. Il poliziotto ma anche alcuni ragazzi che assicurano la sicurezza delle chiese hanno immobilizzato un uomo che voleva entrare in chiesa e che dopo aver tentato inutilmente di divincolarsi si è fatto esplodere. Il poliziotto e alcune ragazzi sono tra le vittime.
Al momento in cui i kamikaze sono entrati in azione, circa 350-400 fedeli, fra cui molte donne e bambini, erano in preghiera nelle due chiese.

Le Suore della carità che vivono nel quartiere non erano presente nella Chiesa… Hanno aperte le loro porte per accogliere, curare, riconfortare molte persone.

Last modified on Sunday, 15 March 2015 23:13