joomla templates

Lunedì 18 Maggio 2015 22:26

Le "storie di passione" dei bambini

Papa Francesco ci richiama a pregare in particolare per i bambini che, come ha detto nel corso dell’Udienza dello scorso 4 aprile sono le vittime indifese degli errori degli adulti. Preghiamo per i tanti bambini rifiutati, fin dal loro primo attimo di vita, o abbandonati , fatti oggetto di violenza da parte delle persone che invece dovrebbero custodirli e proteggerli . Preghiamo per i milioni di bambini che soffrono e muoiono ancora oggi per la fame, la sete, la mancanza di medicine,di cure,di scuola. Costretti a lavori pesantissimi, ridotti in schiavitù o trasformati in bambini soldato.

Non appartengono solo a paesi lontani come Asia o Africa, purtroppo anche nella nostra Italia ci sono ancora tanti troppi bambini che soffrono, che sono rifiutati o abbandonati, che vengono privati della loro infanzia e tante volte fatti oggetto di rivalsa fra genitori che si separano. Bambini vittime di vuoti educativi, di una crisi della famiglia a cui nessun guarda se non la Chiesa Sono bambini fragili, la cui povertà spirituale e umana  segnerà la loro esistenza per sempre. Come da detto papa Bergoglio “ … Che ne facciamo delle solenni dichiarazioni dei diritti dell’uomo e dei diritti del bambino, se poi puniamo i bambini per gli errori degli adulti?”

Come AJA accogliamo l’appello pressante che ci rivolge il Santo Padre e riserviamo nel nostro quotidiano un momento di preghiera silenziosa o comunitaria per la pace e per tutte le vittime delle persecuzioni a causa della fede. Preghiamo per i bambini , gli eletti del Signore,quelli che come Gesù ha detto “lasciate che vengano a me”

Abbiamo già parlato del grande dono che sono i bambini, oggi dobbiamo purtroppo parlare delle “storie di passione” che vivono molti di loro.

Tanti bambini fin dall’inizio sono rifiutati, abbandonati, derubati della loro infanzia e del loro futuro. Qualcuno osa dire, quasi per giustificarsi, che è stato un errore farli venire al mondo. Questo è vergognoso! Non scarichiamo sui bambini le nostre colpe, per favore! I bambini non sono mai “un errore”. La loro fame non è un errore, come non lo è la loro povertà, la loro fragilità, il loro abbandono – tanti bambini abbandonati per le strade; e non lo è neppure la loro ignoranza o la loro incapacità – tanti bambini che non sanno cosa è una scuola. Semmai, questi sono motivi per amarli di più, con maggiore generosità.

Mi riferisco alla “passione” dei bambini. Ogni bambino emarginato, abbandonato, che vive per strada mendicando e con ogni genere di espedienti, senza scuola, senza cure mediche, è un grido che sale a Dio e che accusa il sistema che noi adulti abbiamo costruito. E purtroppo questi bambini sono preda dei delinquenti, che li sfruttano per indegni traffici o commerci, o addestrandoli alla guerra e alla violenza. Ma anche nei Paesi cosiddetti ricchi tanti bambini vivono drammi che li segnano in modo pesante, a causa della crisi della famiglia, dei vuoti educativi e di condizioni di vita a volte disumane. In ogni caso sono infanzie violate nel corpo e nell’anima. Ma nessuno di questi bambini è dimenticato dal Padre che è nei cieli! Nessuna delle loro lacrime va perduta! Come neppure va perduta la nostra responsabilità, la responsabilità sociale delle persone, di ognuno di noi, e dei Paesi.

Troppo spesso sui bambini ricadono gli effetti di vite logorate da un lavoro precario e malpagato, da orari insostenibili, da trasporti inefficienti … Ma i bambini pagano anche il prezzo di unioni immature e di separazioni irresponsabili: essi sono le prime vittime; subiscono gli esiti della cultura dei diritti soggettivi esasperati, e ne diventano poi i figli più precoci. Spesso assorbono violenza che non sono in grado di “smaltire”, e sotto gli occhi dei grandi sono costretti ad assuefarsi al degrado.                    Gabriele Rossi

Partout | dans le monde

passpartScoprite la rivista delle Suore della Carità di Santa Giovanna  Antida Thouret: una finestra sulla Congregazione, la Chiesa e il mondo.

Se desiderate conoscere la rivista e ricevere un numero omaggio, potete inviare la vostra richiesta a questo indirizzo e-mail:
m.jacqueline@suoredellacarita.org

www.partoutdanslemonde.it

Pubblicazioni

filo1

Questa rubrica presenta i libri principali che riguardano la storia della Congregazione, la vita di santa Giovanna Antida e delle Sante. E poi Quaderni Spirituali, DVDs, ...libri





leggi

Utility
 Links
filo3
 Contatti
filo3
 Area Riservata
filo3
 Richiesta accesso Area riservata
filo3
 Iscrizione Newsletter
filo3
Segui la diretta streaming
filo3